SACE SIMEST – Patrimonializzazione PMI esportatrici.



SOGGETTI BENEFICIARI

PMI e MidCap con le seguenti caratteristiche:

  • sede legale in Italia;

  • costituite sotto forma di Società di Capitali;

  • che abbiano almeno tre bilanci approvati e depositati relativi a tre esercizi completi

  • con un fatturato estero la cui media sia pari ad almeno il 20%, negli ultimi due bilanci depositati, del fatturato aziendale totale o un fatturato estero pari ad almeno il 35% del fatturato aziendale totale nell’ultimo bilancio depositato.


INTERVENTI AGEVOLABILI

Piani di sviluppo volti a migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle imprese per accrescere la loro capacità di competere sui mercati esteri. La solidità patrimoniale è monitorata mediante il cd livello soglia, ricavato dall’indice di copertura delle immobilizzazioni (rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette). Tale livello è posto uguale a:

  • 0.65 per le imprese industriali/manifatturiere;

  • 1.00 per le imprese commerciali/di servizi.

Non sono ammissibili al finanziamento le domande presentate da PMI con livello di solidità patrimoniale superiore a 2 per le imprese industriali/manifatturiere e 4 per le imprese commerciali/servizi.


Se il livello di ingresso risulta inferiore al livello soglia l’obiettivo dell’intervento è quello di raggiungerlo o superarlo, se invece il livello di ingresso risulta uguale o superiore al livello soglia, l’obiettivo è di superarlo o di mantenerlo.


AGEVOLAZIONE

Finanziamento concesso al 10% del tasso di riferimento comunitario nel limite del 40% del patrimonio netto dell’impresa richiedente risultante dall’ultimo bilancio approvato prima della presentazione della domanda e comunque di importo massimo pari a 800.000 euro.


La durata del finanziamento è pari a 6 anni, di cui 2 di preammortamento (per soli interessi) al tasso di riferimento con rate semestrali posticipate e 4 anni di ammortamento per il rimborso di capitale e interessi a tasso agevolato o a tasso di riferimento, a seconda dell’esito della verifica del raggiungimento o meno dell’obiettivo in termini di livello di solidità patrimoniale dell’impresa.

La verifica del livello di solidità patrimoniale raggiunto rispetto al livello di ingresso viene effettuata dalla Simest al termine della fase di erogazione sulla base del bilancio approvato relativo al secondo esercizio successivo alla data di erogazione:


a) Le imprese che al termine della fase di erogazione (fine del 2° esercizio successivo alla data di erogazione) hanno rispettato l’obiettivo provvederanno al rimborso in 4 anni, con rate in linea capitali costanti semestrali posticipate, al tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento comunitario, con limite a 0, e con svincolo della fideiussione eventualmente richiesta;


b) Le imprese che al termine della fase di erogazione non hanno raggiunto l’obiettivo perché non raggiungono il livello soglia o registrano una flessione del livello di ingresso, dovranno rimborsare il finanziamento al tasso di riferimento con proroga o acquisizione di fideiussione;


*Fino al 31/12/2020 è possibile accedere alla misura senza necessità di presentare garanzie ed è possibile richiedere fino al 40% del finanziamento a fondo perduto con un importo massimo concedibile a fondo perduto di euro 100.000,00. La quota del 40% inoltre salirà fino al 50% non appena arriverà il via libera della Commissione UE all'applicazione alla misura del "temporary framework" sugli Aiuti di Stato.


VALUTAZIONE ED EROGAZIONE

Il Comitato delibera sulla domanda di intervento entro 2 mesi dalla data di arrivo della domanda stessa - completa della necessaria documentazione - a SIMEST.

Il finanziamento verrà erogato in un’unica soluzione nei 30 giorni successivi alla data di perfezionamento del contratto.

REGIME DI AIUTO

Le agevolazioni previste sono concesse alle imprese beneficiarie in Regime De Minimis.

© 2020 Digitàlea | Massimiliano Giacchè  P.IVA 09431971002

Website by Creocom